La stoffa giusta
Mond of Copenhagen fa rima con body scanning 3D
Di Aleks Cvetkovic
torna agli articoli

Devo ammetterlo: l’inglese tradizionalista che è in me si è sempre opposto strenuamente all’idea di creare capi su misura utilizzando la tecnologia di scansione 3D o simili.

Il motivo di questo mio astio è semplice: sono figlio della sartoria su misura della snob Savile Row e di tutti i preconcetti sui cosiddetti capi “su misura” che porta con sé. Quando i due fratelli Martin e Michael Birch Jacobsen decisero, quasi per sfizio, di entrare nel mondo della sartoria su misura nel 2011, si inserirono nel mercato senza alcuno di questi pregiudizi.

“In sostanza, ci siamo buttati in questo mondo senza conoscenze pregresse”, spiega Martin non appena ci incontriamo su Zoom. Si trova nell’amministrazione della sede centrale di Mond a Copenhagen, in compagnia di Kevin Tournaux, capo dello sviluppo dei prodotti del marchio, e Natalie Dindorp, capo marketing di Mond. I tre formano un trio affascinante: ognuno vestito in modo impeccabile con la sartoria delicatamente costruita e le camicie contemporanee dal taglio pulito tipiche di Mond. “La nostra ingenuità è stata sia una benedizione che una maledizione perché abbiamo fatto le cose in modo molto diverso da molti dei brand affermati nel nostro settore”, continua Martin.

All'inizio, abbiamo affrontato il progetto come un hobby, ma stavamo entrambi studiando business e siamo arrivati al punto in cui ci siamo sentiti in dovere di provare a far funzionare il brand a tempo pieno. Così abbiamo lasciato la business school e ci siamo tuffati in questa avventura.
— Martin Jacobsen

All’inizio, abbiamo fatto molti errori, ma poi abbiamo aggiustato il tiro e l’impresa è decollata”.

La caratteristica distintiva di Mond, a questo punto l’avrete capito, è che il marchio produce abiti e camicie su misura a prezzi competitivi sfruttando la tecnologia di scansione 3D del corpo. Ma, a differenza di alcuni brand che hanno sperimentato questo strumento nel corso degli anni con poco successo, Mond sembra aver trovato la propria strada. Negli ultimi anni, l’azienda è cresciuta rapidamente con i quattro negozi in Danimarca e la fama internazionale di qualità indiscussa. Desideroso di illustrare i benefici del body scanning, Tournaux mi ha spiegato i passaggi a cui va incontro un nuovo cliente.

“È simile al processo classico”, dice. “Il cliente arriva e, prima di scegliere tessuti e dettagli, abbiamo uno scambio di idee sul tipo di capo e l’aspetto che desidera. Poi lo scanner prende le misure principali come busto, addome, fianchi, bicipiti e così via, ma non solo: è configurato in modo da attingere anche ai dati salvati dei clienti precedenti. Questo permette allo scanner di perfezionare sia la taglia di partenza che le modifiche per una maggiore precisione. Quando scansiona un nuovo cliente, il sistema prende in esame anche tutti quelli precedenti in un costante processo di apprendimento e perfezionamento per adattarsi ai nuovi acquirenti.”

Uno strumento davvero straordinario, e Natalie, sempre pronta a fare marketing, si prodiga per rafforzare questa impressione: “È interessante che nel Regno Unito ci sia molta resistenza al body scanning”, dice mentre chiacchieriamo. “In Danimarca abbiamo il problema opposto: tutti trovano l’idea interessante, ma a volte si preoccupano che si tratti solo di una pratica di marketing. Abbiamo investito molto tempo ed energie per far passare il messaggio che usiamo lo scanner per migliorare il nostro lavoro, ma che non dipendiamo totalmente da esso, come nel caso di altri brand”.

Kevin mi spiega ciò che differenzia Mond dagli altri: scanner e sarto lavorano insieme al cliente per garantire che le preferenze personali e la componente umana abbiano il maggior peso sul capo finito. “In sostanza, lo scanner ci fornisce suggerimenti utili che possiamo poi discutere con il cliente”, dice. “Facciamo un esempio: diciamo che sei al 70% una taglia 41 e al 30% una taglia 42, come “taglia di partenza”. Possiamo condividere queste informazioni con te e discutere delle tue preferenze: se preferisci che il capo cada più morbido, optiamo per una 42, e poi apportiamo leggere modifiche della taglia 41 nel tuo modello laddove lo scanner lo suggerisce”. Non male, eh!?

E le camicie di Mond? Il brand non si caratterizza per uno stile particolare, ma offre ai clienti un’ampia gamma di opzioni di personalizzazione, dai colletti ai polsini, utilizzando la stessa tecnologia di body scanning. Il risultato è una camicia dall’aspetto pulito ed elegante con una vestibilità impeccabile. “Per noi, si tratta di cercare di portare il maggior numero possibile di benefici nella produzione di camicie su misura, pur mantenendo un prezzo ragionevole”, spiega Tournaux.

Naturalmente, con un obiettivo ultimo come la qualità, l’ossessione per i tessuti attraversa tutta l’offerta di Mond e le camicie non fanno eccezione. “Saremo sempre grati a Thomas Mason”, continua Tournaux, “hanno accettato di rifornirci quando eravamo appena nati e hanno davvero rischiato per noi. Oggi la loro offerta è così vasta che ogni volta che ho bisogno di sviluppare un nuovo tessuto o di trovare qualcosa di originale, loro sono la mia prima scelta”. Tanto che Mond sta collaborando con Thomas Mason per creare la perfetta camicia in cotone color avorio per i clienti di Mond che si sposano, con un occhio alla nota camicia bianca Journey di Thomas Mason, che, secondo Dindorp, è la “camicia più venduta di sempre” da Mond.

“Trovare la camicia perfetta in avorio è difficile, ma può essere molto più elegante del bianco candido”, dice Birch Jacobsen, “Thomas Mason sta cercando di perfezionare questa nostra richiesta, al momento, tessendo un raso avorio con una deliziosa lucentezza che non si stropiccia troppo durante il giorno. È stato un processo lungo, ma credo che siamo giunti alla fine. L’ultimo campione era semplicemente perfetto”.

Lo spirito di innovazione e la volontà di modernizzare la moda maschile classica sono così forti in Mond, che mi sono approcciato alla nostra conversazione da scettico e ne sono uscito desideroso di saltare su un aereo per Copenhagen e provare la tecnologia di body scanning!

 

(Fotografie di …)

Articoli Correlati
Ultimo Podcast
tutti i podcast